Contabilità Analitica

La Contabilità Analitica è lo strumento di supporto per l’attività di direzione e controllo della gestione aziendale.

Nell’ambito della Contabilità Gestionale, la Contabilità Analitica e Contabilità Industriale sono contabilità interne a supporto dell’attività di direzione e controllo della gestione aziendale insieme a contabilità di magazzino, contabilità delle prestazioni e contabilità della produzione.

La Contabilità Analitica si basa sulla rilevazione di movimenti primari, derivati dalle operazioni del ciclo attivo e passivo, che comportano un interscambio con il mondo esterno all’azienda.

Tali movimenti hanno un legame con la Contabilità Generale e rappresentano la classificazione delle componenti economiche per natura, destinazione e periodo.

La Contabilità Industriale si basa sulla rilevazione di movimenti secondari, derivati dai processi interni all’azienda, processi che non hanno legami diretti con la Contabilità Generale.
Si tratta di rilevazioni a valore bilanciate con cui avviene la movimentazione interna dei costi tramite:

  • il ribaltamento dei costi rilevati sui centri ausiliari;
  • la valorizzazione dei dati quantitativi della contabilità delle prestazioni;
  • la valorizzazione dei dati quantitativi della contabilità della produzione;
  • la valorizzazione dei movimenti di magazzino che rilevano i costi per materiali consumati.

Per riuscire a fornire un valido supporto per la valutazione dell’efficienza aziendale in termini di margini e di sfruttamento della capacità produttiva aziendale, contabilità analitica e industriale aiutano a valutare in che misura ogni centro di analisi, commessa o prodotto genera e riesce ad assorbire costi sostenuti durante l’attività aziendale. Questo è il motivo per cui si sente spesso parlare di contabilità dei costi e di centri di costo come sinonimi di contabilità analitica e centri di analisi.