DIRITTO SINDACALE IN PRATICA: cosa disciplinare con il contratto aziendale

La partecipazione è gratuita, ha la durata di 4 ore e dà diritto a 4 crediti formativi nelle materie obbligatorie.

Molte delle disposizioni più recenti, pur introducendo previsioni “generali”, hanno previsto una più o meno ampia possibilità di intervento da parte della contrattazione collettiva, anche di livello aziendale.

Diventa quindi fondamentale comprendere anzitutto con quali soggetti il datore e il suo Consulente del lavoro possano “aprire una trattativa” – con particolare riferimento agli accordi e contratti collettivi nazionali nonché regionali, territoriali o aziendali, stipulati dalle organizzazioni sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale – e subito dopo predisporre una sorta di “elenco” dei temi da affrontare cercando, caso per caso, di introdurre quei margini di flessibilità operativa che le varie norme consentono.

Tale intervento derogatorio da parte del contratto collettivo aziendale – incluso quello di prossimità ex art. 8 del D.L. n. 138/2011 – può riguardare, per esempio, i contratti di lavoro “atipici”, la disciplina dei licenziamenti e molto altro.

Nello stesso tempo, prendendo a riferimento i contratti aziendali più interessanti e innovativi, è possibile attuare misure che migliorano il clima aziendale a fronte di costi contenuti o addirittura nulli.

SCARICA IL PROGRAMMA COMPLETO

Informazioni

Cube Hotel Via Luigi Masotti, 2, 48124 Ravenna

17/10/19 – Dalle 9 alle 13

Iscriviti
Share